• bsmswebsite

Quello che dobbiamo ricordare dopo il Milano Marketing Festival!


E’ terminata solo da qualche giorno la seconda edizione del Milano Marketing Festival, uno dei più grandi eventi a livello nazionale in ambito di marketing. L’evento ha avuto luogo nei 2.300mq della sensazionale area espositiva del Megawatt Court di Milano. Per tre giorni la struttura ha ospitato decine di conferenze e workshop tenuti da speaker appartenenti a tantissimi mercati a livello internazionale: dalla tecnologia, alla comunicazione fino ad arrivare alla finanza.

L’iniziativa è portata avanti da ClassEditori, e l’associazione ha supportato e preso parte in maniera attiva all’evento partecipando alla trasmissione Marketing Media & Money, trasmettendo in diretta dal festival ed ospitando figure di spicco nel mercato della comunicazione.


Il primo giorno: LET’S DO IT DIGITAL

Sono stati sviluppati temi come la costruzione e valutazione della web reputation insieme all’utilizzo dei big data, esplorando poi cenni di storia con una interessante conferenza sull’evoluzione nel mondo della comunicazione: da Balzac al fondatore di Facebook, Zuckerberg.

La trasmissione ha ospitato due figure che si occupano di realtà di marketing molto particolari: guerrilla marketing e influencer marketing. Insieme a Lorenzo Fabbri, CEO di We Are Jungle,(che avevamo già incontrato qui e soprattutto qui) abbiamo scoperto quanto si sta evolvendo l’ambito dello street marketing e unconventional marketing, guardando e commentando insieme le best cases di questi ultimi anni. Grazie all’intervento di Gianluca Perrelli di Buzzoole si è approfondita invece la famosa e interessante tendenza dell’utilizzo dell’influencer marketing: la piattaforma supporta le aziende e le guida nell’utilizzo e nella realizzazione di contenuti digitali e nella selezione dettagliatissima degli influencer più adatti al brand.


Il secondo giorno: HAVE YOU EVER MET A NOBEL?


La seconda giornata era la più attesa da tutti i partecipanti al festival: l’ospite d’onore è stato Richard Thaler, economista statunitense premio Nobel nel 2017 noto per i suoi studi sull’economia comportamentale; il festival ha dato una unica opportunità di ascoltare riflessioni su andamenti economici e nuovi trend di mercato da una mente brillante di questo calibro. Le conferenze che si sono tenute al mattino hanno visto protagonisti media, comunicazione e cibo, grazie anche all’intervento di Enrico Bartolini, chef stellato (le cui pietanze possono essere gustate anche a Milano al suo ristorante o bistrot al Mudec) che ha discusso insieme ad altri esperti dei nuovi trend in ambito food. La puntata di Marketing Media and Money ha iniziato una prima discussione insieme a Nunzia Falco Simeone, Content Manager di Ninja Marketing. Dopo averci raccontato la storia del celebre sito, ci siamo confrontati su tematiche come i millennials e lo sviluppo di campagne di marketing rivolte a questo target. In seguito, abbiamo avuto l’opportunità di conoscere Diego Nebuloni di Awin, che ci ha raccontato l’interessante e innovativo mondo dell’affiliate marketing.

Il terzo giorno: INFLUENZIAMOCI

L’ultima giornata di conferenze ha visto al centro discussioni in ambito digital, come un interessante dibattito riguardante il personal branding e workshop dedicati tenuti da psicologi del lavoro, ma soprattutto tematiche come l’influencer marketing. Quest’ultima è stata sviluppata anche da una professoressa dell’Università Bocconi, Stefania Borghini, che ha tenuto insieme ad altri professori un workshop incentrato sull’importanza, la gestione e l’utilizzo degli influencer. Il tutto è stato accompagnato da un intervento a suon di Jazz con il racconto di una case riguardante il Blue Note di Milano.


E l’unico problema ora è… che manca ancora un anno alla prossima edizione!


Written by: Federica Fugnitto


0 views0 comments